A

Assicurato

Si definisce assicurato il portatore del rischio, ossia il soggetto che ha l’interesse a coprire la probabilità del verificarsi di un certo evento dannoso. L'assicurato può coincidere o meno con il contraente, così come può essere o meno diverso dallo stesso beneficiario.

Assicurazione

Operazione con cui un soggetto (assicurato) trasferisce ad un altro soggetto (assicuratore) un rischio al quale egli è esposto (naturalmente o per disposizione di legge).
La funzione che svolge l’assicurazione è l’eliminazione di una situazione di incertezza che grava su chi è sottoposto ad un rischio determinato.
L’eliminazione dell’incertezza si attua grazie al fatto che l’assicuratore, assumendo un numero elevato di rischi del medesimo tipo, è in grado di calcolare la probabilità del verificarsi del rischio e di ripartirne le conseguenze su una pluralità di soggetti ad esso egualmente esposti.

Assicurazione contro i danni

Le assicurazioni contro i danni comprendono tutti quei contratti di assicurazione che sono volti a garantire l'assicurato contro i rischi cui sono esposti singoli beni del suo patrimonio, il patrimonio nel suo complesso o la sua stessa persona.
Nel primo caso si parla di assicurazioni di cose (ad esempio, assicurazione furto, incendio, ecc.); nel secondo caso si parla di assicurazioni del patrimonio o di assicurazioni di spese (ad esempio, assicurazione della responsabilità civile); nel terzo caso si parla di assicurazioni contro i danni alla persona. Le assicurazioni contro i danni, ad eccezione di quelle contro i danni alla persona (assicurazione infortuni e invalidità da malattia), sono rette dal cosiddetto principio indennitario.

Assicurazione sulla vita

Le assicurazioni sulla vita comprendono tutti quei contratti di assicurazione che prevedono l’obbligo dell’assicuratore di versare al beneficiario un capitale o una rendita quando si verifichi un evento attinente alla vita dell’assicurato (ad esempio, morte o sopravvivenza ad una certa data).

B

Beneficiario

Per beneficiario si intende la persona (o le persone) designata dal Contraente a riscuotere la prestazione assicurata al verificarsi del sinistro.
Il beneficiario può coincidere o meno con il contraente e/o con l'assicurato.

C

Capitale assicurato

Il capitale assicurato costituisce l'importo che la Compagnia si impegna a corrispondere al verificarsi del sinistro per il quale è stato coperto l’Assicurato.

Carenza

Per carenza si intende il periodo immediatamente successivo alla conclusione del contratto, durante il quale le garanzie del contratto di assicurazione non sono efficaci.
Qualora il sinistro avvenisse in tale periodo la Compagnia non sarebbe tenuta a corrispondere la prestazione assicurata.

Compagnia di Assicurazione

L'impresa che esercita l’attività di assicurazione, garantendo le prestazioni a fronte dei rischi gravanti sull’Assicurato. Per legge deve essere autorizzata dall’Ivass ed è sottoposta alla sua vigilanza.

Condizioni di Assicurazione

Clausole di base previste da un contratto di assicurazione. Esse riguardano gli aspetti generali del contratto, quali il pagamento del premio, la decorrenza della garanzia, la durata del contratto, e possono essere integrate da condizioni speciali e aggiuntive.

Conflitto di interessi

Il conflitto di interesse è rappresentato da tutte quelle situazioni in cui l’interesse della Compagnia può collidere con quello del Contraente.

Contraente

Persona fisica o giuridica, che può coincidere o no con l’Assicurato o il Beneficiario, che stipula il contratto di assicurazione e si impegna al versamento dei premi alla Compagnia.

Contratto di Assicurazione

Contratto con il quale l’assicuratore, a fronte del pagamento del premio, si impegna a indennizzare l’assicurato dei danni prodotti da un sinistro oppure a pagare un capitale o una rendita al verificarsi di un evento attinente la vita umana. Il contratto di assicurazione è dunque uno strumento con il quale l’assicurato trasferisce all’assicuratore un rischio al quale egli è esposto.

D

Day Hospital

Degenza diurna, in ospedale o istituto di cura, senza pernottamento.

Decorrenza

La decorrenza segna l' inizio della copertura per il rischio assicurato.
Molto spesso coincide con il momento in cui le parti stipulano il contratto, ma in alcuni casi la decorrenza può essere preceduta da un periodo di carenza.

Diaria da ricovero

La diaria da ricovero consiste in un' indennità giornaliera prevista in caso di ricovero dell’Assicurato, in ospedale o Istituto di Cura, a seguito di infortunio.

Denuncia di sinistro

Avviso che l’assicurato deve dare all’assicuratore o all’agente a seguito di un sinistro. Salvo diversa previsione contrattuale, l’avviso deve essere dato entro tre giorni dalla data in cui il sinistro si è verificato, o dalla data in cui l’assicurato ne è venuto a conoscenza.

Dichiarazione di buona salute

La dichiarazione di buona salute consiste di un modulo predisposto dalla compagnia, attraverso il quale l’assicurato certifica il proprio stato di buona salute, utile nella valutazione del rischio da parte della compagnia.

Disdetta

Comunicazione che il contraente deve inviare all’assicuratore, o viceversa, entro un termine di preavviso fissato dal contratto, per evitare la tacita proroga del contratto di assicurazione.

F

Fascicolo informativo

Raggruppa l’insieme dei documenti informativi riguardanti i vari aspetti della polizza. E’ costituito da:
nota informativa, contenente informazioni sulla compagnia di assicurazioni, sulle garanzie offerte e sui regimi fiscali ad esse applicabili; condizioni di assicurazione, contenente i termini del contratto, obblighi e diritti delle parti e tutte le altre clausole che regolano il rapporto tra Compagnia ed Assicurato; glossario, contenente le principali definizioni per i termini chiave adoperati nel fascicolo informativo e nella polizza in generale; modulo di proposta (per le polizze vita).

Franchigia

La franchigia rappresenta la parte del danno, espressa in cifra fissa o in percentuale, che in caso di sinistro indennizzabile rimane a carico dell’Assicurato.
Esistono principalmente due tipi di franchigia: assoluta, che resta sempre a carico dell’assicurato, anche al superamento della soglia prevista e relativa,che rimane a carico dell’assicurato solo finchè l’importo del sinistro non supera la somma stabilita.

I

ICTC (Indicatore del costo totale del credito)

Indicatore del costo del credito espresso in percentuale annua. Viene calcolato con le stesse modalità del TAEG includendo anche le polizze assicurative facoltative. E’ riportato in un allegato al documento IEBCC (Informazioni Europee di base sul credito ai Consumatori).

Indennizzo

Somma dovuta dalla Compagnia di Assicurazione a titolo di ristoro del danno subito da un proprio Assicurato, al verificarsi del sinistro coperto dal contratto di Assicurazione.

IVASS

Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni avente il fine di garantire la stabilità e il buon funzionamento del sistema assicurativo e la tutela dei consumatori.

P

Polizza

Il documento formato dalla Compagnia di Assicurazione su proprio modulo che prova il Contratto, contenente condizioni, garanzie e caratteristiche delle prestazioni.

Polizza caso morte

Contratto di assicurazione sulla vita che prevede il pagamento di un capitale al beneficiario qualora si verifichi la morte dell’assicurato. La polizza caso morte può essere temporanea, se il contratto prevede che il pagamento sia effettuato qualora il decesso dell’assicurato avvenga nel corso della durata del contratto; può essere a vita intera, se il pagamento del capitale avviene comunque alla morte dell’assicurato, indipendentemente dal momento nel quale essa si verifica.

Polizza caso vita

Contratto di assicurazione sulla vita con il quale l’assicuratore si impegna al pagamento di un capitale o di una rendita vitalizia nel caso in cui l’assicurato sia in vita alla scadenza pattuita. Le polizze caso vita possono essere con o senza controassicurazione.

Polizza mista

Contratto di assicurazione sulla vita che garantisce il pagamento di un capitale o di una rendita vitalizia se l’assicurato è in vita al termine della durata del contratto e, al tempo stesso, il pagamento di un capitale se l’assicurato muore nel corso di detta durata.

Premio

La somma dovuta dal Contraente alla Compagnia di Assicurazione su base mensile, semestrale, annuale o in soluzione unica, a seconda del frazionamento scelto per la polizza stipulata.

Prestazione assicurata

La somma dovuta dalla Compagnia di Assicurazione in caso di sinistro dell’Assicurato che avvenga prima o dopo la scadenza del contratto di assicurazione, a seconda di quanto previsto dalla polizza.

Provvigione

Costituisce la quota di premio, così come versato dal contraente, destinata a remunerare il lavoro di agenti e broker.

Q

Questionario anamnestico

Dichiarazione compilata e sottoscritta dall’ Assicurato, il quale al momento di stipulare una polizza vita rende note le proprie condizioni di salute, inclusa l’esistenza di malattie e/o infortuni.
Sulla base del questionario anamnestico la Compagnia di Assicurazione decide se assumere o meno il rischio ed a quali condizioni.

Quietanza

La ricevuta rilasciata dall’agente o dalla stessa Compagnia di Assicurazione al Contraente, al momento del pagamento di ogni premio.

R

Recesso

Il diritto del Contraente di sciogliersi dal contratto entro il termine di 30 giorni dal momento in cui è informato della conclusione del contratto stesso.

Riserva automatica

La riserva matematica è un importo che deve essere accantonato dalla Compagnia di Assicurazione per fare fronte agli impegni nei confronti dei propri Assicurati.
La Legge impone alle Compagnie particolari obblighi relativi a tale riserva e alle attività finanziarie in cui essa viene investita.

S

Sinistro

Si parla del sinistro quando si verifica l’evento assicurato nel contratto di assicurazione, per il quale viene prestata la garanzia ed erogata la relativa prestazione assicurata.

Somma assicurata

Per somma assicurata si intende la somma che la Compagnia di Assicurazione si impegna a pagare all'Assicurato, al verificarsi del sinistro assicurato nella polizza.
Tale somma è differenziata per ciascuna garanzia prestata, secondo il piano di copertura scelto dal Contraente al momento della sottoscrizione del contratto di assicurazione.